Legno lamellare: i suoi utilizzi nell’architettura ed ingegneria

Il legno lamellare fa parte di quei materiali cosiddetti di ultima generazione perché sviluppati negli ultimi anni e che stanno prendendo piede rapidamente anche grazie ad un costo concorrenziale e un'alta resistenza.

 

Cos'e il legno lamellare

 

Il legno lamellare sono più precisamente delle tavole di legno delli spessore di 3-4 centimetri e con una larghezza di 25 cm circa, definite lamelle che vengono unite tra di loro con una colla specifica e poi messe sotto pressione per ultimare il processo. Il legno maggiormente utilizzato è l'abete, il larice e il pino ma può essere usato anche il castano e il rovere ma con un costo maggiore.

Questo tipo di legno composito ha inoltre il vantaggio di bruciare molto più lentamente in confronto al legno naturale, quindi dal punto di vista della sicurezza è il prodotto che risponde meglio alle nuove normative vigenti.

La qualità del prodotto dipende dai materiali usati, il legno lamellare si sta affermando sul mercato per i suoi innumerevoli pregi, la sua resistenza, la sua flessibilità gli permettono di essere lavorati più facilmente in confronto al legno classico che potrebbe avere delle imperfezioni difficili da gestire.

 

I suoi pregi 

 

Come abbiamo già detto un pregio è la sua resistenza al fuoco, che già per il legno e un ottimo risultato, ma il lamellare ha molti altri pregi tra cui la sua elevata versatilità infatti è una valida alternativa al l'acciaio e al cemento armato è meno pesante e ha una posa più semplice in questo modo si avrà un risparmio sia per quanto riguarda i materiali, sia per quanto riguarda il tempo e non sarà necessario costruire delle fondamenta. Questo è fondamentale perché dimostra la economicità del prodotto anche nella messa in opera, visto che non richiede ingenti lavori per posizionare ad esempio una trave. Inoltre visto la sua resistenza e flessibilità è un prodotto definito antisismico quindi ampiamente approvato nei progetti nelle regioni a rischio, questo perché le tavole incollate tra di loro permettono al materiale di flettersi.

Altra qualità che gli viene riconosciuta è la sua leggerezza infatti se confrontiamo possiamo constatare come il legno lamellare è meno pesante del legno naturale, e si può riscontrare la sua ottima qualità come isolante per questo motivo viene utilizzato nei teatri, palestre e auditorium.

 

I vari utilizzi 

 

I vantaggi del legno lamellare hanno portato a un utilizzo sempre più frequente di questo materiale composito. Può essere lavorato meglio del legno massello senza problemi di nodi, giunzioni, e può essere curvato con un processo più feloce è semplice in confronto al legno tradizionale. Può essere utilizzato sia per costruire case che grandi edifici, ma anche per ponti e passerebbe oppure in maniera massiccia negli ultimi tempi è utilizzato per costruire pannelli per mobili di tutti i tipi conferendo a questi qualità e resistenza. Inoltre viene impiegato negli auditorium e nei teatri anche perché è capace di regalare una migliore acustica. Per la costruzione di mobili il legno lamellare rappresenta una valida alternativa al legno massello perché si dimostra resistente, poco infiammabile, pratico come materiale da lavorare sia per il taglio che per ogni altro tipo di lavorazione è un prodotto che viene venduto già piallato e lisciato pronto per chi adora il fai da te, chi ama costruire i mobili.

I mobili potrebbero essere armadi cabine armadio, mobili, pannelli di vario genere,ma prima dell'acquisto è opportuno controllare la qualità del prodotto e si può richiedere i certificati per verificare i risultati dei test di controllo che vengono eseguiti di frequente.

Si può quindi notare come si sta trasformando. Il mondo dell'edilizia e del legno con lo sviluppo di materiali più eco-sostenibili, ma anche più resistenti e di ottima qualità che offro migliori performance persino del legno massello considerato fino ad oggi un must, un prodotto di una qualità superiore, ma che invece adesso si dimostra a volte difettoso o difficile da lavorare per non dire dispendioso.